• Tradizione

    La tradizione artigianale millenaria della Valle d'Aosta è nota in tutto il mondo
    Read More
  • Enogastronomia

    Antichi sapori, antichi profumi, antichi mestieri, ecco il fascino della Valle d'Aosta
    Read More
  • Sport Invernali

    Chilometri di piste innevate alla perfezione per lo sci da discesa e lo sci da fondo
    Read More
  • Natura

    La natura incontaminata delle montagne valdostane è nota in tutto il mondo
    Read More
  • Cultura

    All'inizio dell'XI secolo vengono edificati i primi castelli in Valle d'Aosta costruiti il più delle volte su precedenti insediamenti fortificati.
    Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Caffè alla valdostana

Detto anche caffè alla montanara, consiste in un vero e proprio rituale: la bevanda calda viene servita in una tipica coppa di legno

Versando lo zucchero, la grappa e il Genepì, bisogna cospargere anche i beccucci e l’orlo della coppa.
 Nel momento in cui viene servito bisogna accendere il fuoco
Per avere un fuoco più intenso cospargere i beccucci di grappa prima di accenderlo e facendo attenzione a non esagerare
Il fuoco va spento quando lo zucchero diventa caramellato, semplicemente mettendo il coperchio alla coppa 

artigianale, detta coppa dell'amicizia, dotata di coperchio e beccucci in modo da essere usata collettivamente per bere a tutte le ore e soprattutto in compagnia!

Tempo di preparazione: 10 minuti
Dosi per: 4
Difficoltà: media

Ingredienti
4 tazzine di caffè
4 cucchiai di zucchero
4 bicchierini di grappa
1 bicchierino di Genepy
1 scorza di arancia
1 scorza di limone
canella a piacere

Leggi tutto

StampaEmail

La grolla

La grolla valdostana è probabilmente il prodotto artigianale più noto della Valle d'Aosta (se non altro per le Grolle d'oro di S. Vincent per il cinema, l'importante premio giornalistico indetto dall'Amministrazione regionale). Fondamentalmente è un calice da vino, con coperchio, ricavato da un pezzo di legno pregiato. Viene realizzata al tornio e successivamente decorata a mano. Il termine grolla deriva da “graal” che in lingua d’oil significa recipiente, coppa. In origine la grolla era una semplice coppa per bevute conviviali e si è evoluto fino a diventare l'oggetto odierno, utilizzato ormai come soprammobile e portagioie anziché come calice per bere. La grolla valdostana è una particolare coppa (o calice) da vino in legno, con gambo corto e chiusa da coperchio, tradizionale della Valle d'Aosta. Il legno più utilizzato è quello di noce seguito da quello di acero e mogano - varietà che conferiscono un sapore particolare al contenuto senza il rischio che la coppa si spacchi per il calore. Una volta utilizzata solo per bere in compagnia a turno (à la ronde),oggi è prodotta come souvenir, come trofeo, come oggetto da collezionismo. Non va confusa con la coppa dell'amicizia, che invece è più bassa e larga e ha diversi "beccucci" affinché più persone possano bere ognuna dal proprio.

StampaEmail