• Tradizione

    La tradizione artigianale millenaria della Valle d'Aosta è nota in tutto il mondo
    Read More
  • Enogastronomia

    Antichi sapori, antichi profumi, antichi mestieri, ecco il fascino della Valle d'Aosta
    Read More
  • Sport Invernali

    Chilometri di piste innevate alla perfezione per lo sci da discesa e lo sci da fondo
    Read More
  • Natura

    La natura incontaminata delle montagne valdostane è nota in tutto il mondo
    Read More
  • Cultura

    All'inizio dell'XI secolo vengono edificati i primi castelli in Valle d'Aosta costruiti il più delle volte su precedenti insediamenti fortificati.
    Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Caffè alla valdostana

Detto anche caffè alla montanara, consiste in un vero e proprio rituale: la bevanda calda viene servita in una tipica coppa di legno

Versando lo zucchero, la grappa e il Genepì, bisogna cospargere anche i beccucci e l’orlo della coppa.
 Nel momento in cui viene servito bisogna accendere il fuoco
Per avere un fuoco più intenso cospargere i beccucci di grappa prima di accenderlo e facendo attenzione a non esagerare
Il fuoco va spento quando lo zucchero diventa caramellato, semplicemente mettendo il coperchio alla coppa 

artigianale, detta coppa dell'amicizia, dotata di coperchio e beccucci in modo da essere usata collettivamente per bere a tutte le ore e soprattutto in compagnia!

Tempo di preparazione: 10 minuti
Dosi per: 4
Difficoltà: media

Ingredienti
4 tazzine di caffè
4 cucchiai di zucchero
4 bicchierini di grappa
1 bicchierino di Genepy
1 scorza di arancia
1 scorza di limone
canella a piacere

 

Per preparare un ottimo caffè alla Valdostana è opportuno seguire il seguente procedimento:

*preparare il caffè con la classica moka e nel frattempo scaldare a bagnomaria la grappa e il Genepì.
*Appena è pronto il caffè, versarlo nella coppa, aggiungere la grappa e il Genepì, quindi lo zucchero, la cannella e le scorze di limone ed arancio. Ovviamente versando lo zucchero, la grappa e il Genepì, bisogna cospargere anche i beccucci e l’orlo della coppa.
*Mescolare con cura il caffè e lasciar riposare tutto per alcuni minuti.
*Nel momento in cui viene servito bisogna accendere il fuoco.
Il fuoco va spento quando lo zucchero diventa caramellato, semplicemente mettendo il coperchio alla coppa.

Essenziale per il caffè alla valdostana è la coppa dell’amicizia! Discendente della classica ciotola di legno, con beccucci e decori, è prodotta in scala, da due a più di venti beccucci, a seconda del numero della comitiva. Il suo nome, coppa dell’amicizia, deriva infatti dal suo impiego, per il consumo del caffè, quando si è in compagnia.

Si beve infatti a turno da ogni beccuccio, facendo girare la coppa tra tutti gli invitati, fino a tornare al primo che ha bevuto … che non è detto, berrà dal beccuccio da cui aveva bevuto all’inizio … questo implica confidenza e fiducia verso gli altri amici: ecco il perché del suo nome.


Importante: Non lavare mai la coppa dell'amicizia con l’acqua ma semplicemente pulirla con un panno umido. Ovviamente per questo motivo non devono essere lasciati residui di caffè al suo interno.

Bevendo “à la ronde”, dai beccucci, in senso antiorario, si creerà una complicità ed un’atmosfera per una serata davvero indimenticabile!

StampaEmail